9/26/2011

La Metropolitana di Londra e le scale

Dopo 4 giorni di Londra ho intenzione di pubblicare una serie di post sulla città: non si tratterà di "quanto é bello buckingham palace" o altre banalità che potete leggere meglio da altre parti, ma aspetti particolari o posti magari non famosissimi che vale la pena visitare.
Se volete conoscere più a fondo la vita Londinese vi stra-consiglio questo blog.

Oggi si parla della famosa London Underground; chi di voi ha avuto la "fortuna" di poterci fare un viaggio avrà probabilmente notato come le stazioni(del centro) siano piccole, profonde e spesso hanno percorsi obbligati che prevedono l'utilizzo di scale.
Dando un'occhiata alla mappa della metro si può vedere chiaramente come le stazioni accessibili ai disabili siano quasi assenti nel centro(per centro intendo una vasta area di Londra, praticamente ciò che non é solo sobborgo residenziale con villette).
La mappa di Underground,Overground e DLR del 2010

Immagino che molta gente si sia chiesta: "ma come la famosa London Underground ha stazioni così piccole e brutte(Sono tipiche essendo molto vecchie, non particolarmente belle ma non brutte secondo me) e scomode?"
In realtà il servizio di trasporto pubblico della città, pur essendo caro per avere un bilancio positivo(e ce l'ha!), per me funziona alla grande e copre ottimamente diverse aree della città, anche periferiche e a bassa densità(ma non l'ho visitata tutta naturalmente quindi é possibile che non sia così ovunque).
Il tutto malgrado stazioni centrali piccole, vecchie e treni non nuovissimi e non spaziosi ma comodi.

Perché é così? Semplicemente perché la Metropolitana di Londra é una delle più vecchie del mondo.
Au 11 linee 9 erano operative prima della Prima Guerra Mondiale, negli anni successivi sono state naturalmente espanse ma le tratte centrali risalgono a quel periodo, quindi sono state realizzate con la mentalità dell'epoca ed in previsione di un traffico diverso. Inoltre molte linee furono realizzate a grandi profondità

Questa é la mappa della metropolitana del 1908 e se ci fate caso l'estensione era impressionante per l'epoca.
La metropolitana nel 1908

Tutto questo "limita" le prestazioni della metropolitana: nelle linee più vecchie e sotterranee sono utilizzati convogli più piccoli per adattarsi ai tunnel ottocenteschi, per accedere ai binari spesso é obbligatorio l'utilizzo di scale perché magari la stazione é attraversata da più linee e le scale mobili occupano un sacco di spazio che potrebbe non esserci, il tutto a grosse profondità sotto il centro "storico" della città. Lo stesso vale per gli ascensori per i disabili. Inoltre la metropolitana non può essere attiva 24h/24h(ma ci sono gli autobus che funzionano bene) poiché la rete non ha binari di supporto da utilizzare mentre vengono eseguiti i gironalieri lavori di manutenzione. Questo é possibile ad esempio a New York che ha un'altra metropolitana famosa  e vechia e con più problemi ma molto estesa.
Come saprete costruire oggi una linea di metropolitana costa decine di miliardi in un paese moderno in cui vengono rispettati i diritti dei lavoratori e le tutte le misure di sicurezza necessarie. E costa ancora di più se le linee vanno costruite in profondità e devono intersecarsi con molte altre linee(con possibili chiusure di arterie importanti per la città per mesi).
Guardate i costi per la linea 5 della metropolitana di Milano che al di là degli sprechi é di più semplice realizzazione di una nuova linea a Londra in centro.
Treni di superficie e di profondità per la metro

L'Underground paga questa sua avanguardia, ma rimane la il secondo servizio metropolitano del mondo per numero di stazioni e kilometri di rete, E' stata superata in pochi anni dalla metropolitana di Shangai, che é stata realizzata praticamente ex novo con altre metodologie ed altri costi.
Ma a Londra non si sono fermati oltre all'underground esistono:
-Docklands Light Railway (DLR): 45 stazioni e 34km di linee, é praticamente una metropolitana moderna di superficie in binari rialzati. L'unica differenza con una metropolitana é che non ci sono vere e proprie linee(guardate la mappa) ma direzioni. é perfettamente integrato con la metro.
-London Overground: 5 linee, 86km é un servizio ferroviario metropolitano con stazioni proprie, le differenze con la metropolitana sono poche, forse la frequenza.
-National Rail: tutta la zona sud di londra é poco servita dai precedenti servizi, in realtà se guardate una mappa di Londra vedrete la presenza di decine e decine di stazioni ferroviarie in tutta la città. I treni che si dirigono fuori città fanno molte fermate intermedie e possono essere utilizzati per il trasporto urbano come pseudo metropolitane e sono perfettamente integrati con gli altri servizi. ho utilizzato il servizio più volte per 3 zone divers ee funziona alla grande.
Treno e stazione per dell'Overground

Nei prossimi anni dovrebbe essere realizzato un'altro progetto il CrossRail che non farà parte della metropolitana ma avrà più o meno le stesse caratteristiche e naturalmente ci sono piani per rendere tutte le stazioni accessibili ai disabili entro tot anni.

5 commenti:

  1. ke figata di transporti!!!!
    presto scriverò anch'io un post riguardo alla sola metro di Parigi e in particolare sulle campagne di comunicazione e sensibilizzazione. Sembra di essere su un altro pianeta e invece siamo solo a un paio d'ore dal nostro paese natio.

    RispondiElimina
  2. anche parigi é messa bene in quanto a trasporti tra metro e rer. tra le grandi nazioni europee, considerando la presenza di città adatte a reti di trasporti simili l'italia é quella messa peggio.
    é cara la metro di parigi?

    RispondiElimina
  3. Ci sarebbero tantissime cose da aggiungere (prendo metro e treno tutti i giorni per andare a lavoro) ma mi limito a un paio:

    - I trasporti a Londra costano l'ira di Odino
    - Spesso i treni/tube sono in ritardo, ma quasi non te ne accorgi: non ho mai visto un ritardo superiore agli 8 minuti e se cancellano il treno (succede non di rado) dopo poco ne passa un altro.

    Aggiungo anche che durante il week-end vengono chiusi interi tratti della metro per manutenzione. A volte chiudono addirittura intere linee (in quello appena passato e' ri-toccato alla circle). Controllate sul sito della tfl se pensate di farvi un week-end a Londra.

    Bella la mappa della tube ante-guerra!

    Saluti e in bocca al lupo per l'universita'.

    RispondiElimina
  4. Si costano un sacco(1100£ per l'abbonamento annuale zona 1-2 se non sbaglio) ma fra le varie cose tengo conto che: l'uk per un italiano é più cara. Londra é più cara del resto dell'uk, il bilancio di transport of london per quanto se é in attivo e con un rete capillare ed enorme.E' tantissimo. Rimane comunque molto cara, ma se potesse permettersi di andare in passivo ricevendo finanziamenti statali maggiori probabilmente sarebbe ancora migliore.

    Si anche questo week end chiudevano parte della circle un pezzetto di overground e alcune linee di treni, ma non ho avuto nessun problema nei viaggi che ho dovuto fare utilizzando strade alternative o autobus sostituitivi.
    Diciamo che con tutti i problemi esterni che ha e di cui ho parlato nei commenti e nel post, quanto fatto é veramente notevole, almeno secondo me. Ma te che la usi tutti i giorni,lo saprai meglio di me, quindi se vuoi correggere qualcosa dillo pure!

    RispondiElimina
  5. che bell'articolo e...come siamo messi male in Italia!
    Milano se la cava ma d'estate la frequenza dei treni è INTERMINABILE.
    Roma...due line, brutte e fatiscenti ma lì il discorso è più complicato causa patrimonio artistico in ogni suo mattone!
    Comunque anche Madrid non se la cava male, a capodanno la frequenza della metro era di massimo 4 minuti. QUATTRO. Roba che a Milano quello è il minimo tempo di attesa nei periodi di punta. Uff
    Riusciremo mai a migliorare?

    RispondiElimina